Articoli

Post recenti
Post in evidenza

Dolori cervicali: come l’Ayurveda ti aiuta a risolvere il problema. E a farti scoprire altri mille b



Il mondo del benessere al giorno d’oggi offre svariate tecniche per donare un po’ di relax ed alleviare lo stress ed i dolori articolari.

Ognuno di noi ha una propria percezione di ciò che ritiene essere la migliore soluzione per il proprio corpo.


Cosa offre quindi l’Ayurveda in più?

L’Ayurveda è una scienza indiana che esiste da oltre 5000 anni, e considera la persona nella sua totalità di corpo, mente e spirito. Guarda quindi al sintomo sia per alleviare il dolore nel momento in cui si manifesta, sia per capirne le origini e curarlo quindi fin nel profondo, arrivando ad ottenere risultati a lungo termine.


Quali benefici nello specifico apporta l’Ayurveda?

Tramite un massaggio con oli, movimenti ampi e profondi, frizioni ed impastamenti, riesce a portare benefici a tutto il corpo. In particolare:

- risvegliando il sistema immunitario

- attivando la circolazione sanguigna e linfatica

- attenuando contratture, mal di testa, cervicali

- attenuando i bruciori all’apparato digerente

- calmando la mente e attenuando lo stress

- migliorando la qualità del sonno

- diminuendo gli stati d’ansia.


Per l’Ayurveda, le spalle sono la sede delle responsabilità, ed essendo collegate alla testa tramite il collo, nel momento in cui questo risulti essere rigido, si ha come conseguenza anche il loro indolenzimento con probabile mal di testa e dolori alla schiena.

Lavorando quindi sulla parte fisica con il massaggio, si migliora anche la parte emotiva portando benefici fin da subito ed a lungo termine.


Perché è importante prendersi uno spazio per sé con un valido massaggio?

Nella frenesia quotidiana della vita moderna, prendersi uno spazio per un massaggio utile, è un gesto di cura e di salute verso sé stessi, che consente un riequilibrio tra mente e corpo. Riequilibrio che poi va a riflettersi una qualità della vita maggiore sia per la persona stessa sia per chi le sta vicino.

Ricevere un massaggio Ayurveda, vuol dire ricevere un gesto d’amore, in un ambiente confortevole e tranquillo, con sottofondo musicale rilassante, che porta alla distensione del corpo e della mente e ad un’aumentata energia che dura qualche giorno. Il trattamento è sempre personalizzato ed effettuto in base alle esigenze del momento e della persona.


Quali tipi di massaggi Ayurveda ci sono?

Molte sono le tipologie di trattamento, in quanto si guarda alla persona nella sua totalità ed alla sua esigenza particolare.

Ecco di seguito i principali tipi di massaggio Ayurvedico per chi desidera iniziare a conoscerli:


  • Massaggio corpo intero: indicato per le tensioni di tutto il corpo e per chi soffre di stress; dona rilassamento ed aiuta il sistema immunitario a disintossicarsi.

  • Trattamento specifico schiena: contrasta i dolori cervicali, del trapezio e del torace; combatte il mal di testa.

  • Trattamento linfatico: riattiva la circolazione linfatica, combatte la cellulite, elimina le tossine, aumenta la produzione di endorfine migliorando quindi l’umore.

  • Riequilibrio energetico dei chakra: pratica di risveglio dell’energia Kundalini attraverso la respirazione, la visualizzazione legata ai colori e la meditazione, lavorando sui 7 punti energetici del corpo sottile (chiamati chakra), che si trovano lungo la colonna vertebrale.

  • Coppettazione: tecnica di MTC che, tramite l’aspirazione sulla pelle effettuata con coppette, agisce sull’organo e sull’apparato interno ad esso collegato, stimolando la circolazione sanguigna e linfatica, e portando quindi benefici in caso di artrosi e dolori muscolari.

  • Massaggio con tamponi caldi: tramite il calore rilasciato dalle erbe contenute nei tamponi, si aumenta il benessere ed il relax e si ha un’azione antinfiammatoria.

  • Hot Stone Massage: grazie all’utilizzo di pietre laviche calde, si ha un ritrovamento dell’energia ed una diminuzione della depressione; si contrastano i dolori muscolo-scheletrici ed articolari, e le rigidità dovute a posture errate o sedentarietà.

  • Riflessologia plantare: stimolazione tramite pressione dei punti riflessi sul piede; elimina gradatamente infiammazioni, contratture, sciatica, cervicali e nevralgie varie.

Li conoscevi tutti? Vieni a provare quello che ti piace di più e a prenderti cura di te.



Chi ha scritto questo articolo?

Vai al profilo di Maria Renata Scarabottolo, operatrice Ayurveda.




Vorresti fissare una consulenza personalizzata?

Scrivici a info@carelabpadova.it o chiamaci al 340 995 4267 .


Cerca per tag
Archivio
Segui Carelab
  • Facebook Basic Square
  • Google+ Basic Square