Cosa sono?

Le fobie sono forme particolari di paure che hanno la caratteristica di essere eccessive o relative a situazioni, cose o eventi non oggettivamente pericolosi, ma percepiti come tali.

 

La paura, se provata in determinate circostanze, è un’emozione assolutamente naturale e funzionale alla nostra sopravvivenza, che ci consente di avvertire un pericolo oppure di affrontare con cautela una situazione che potrebbe provocarci dei danni.

 

Ma, nelle fobie, corpo e mente reagiscono in modo molto più intenso, con sintomi quali tachicardia, respirazione rapida, tensione muscolare, impulso a fuggire, imbarazzo, senso di allarme, incapacità di pensare chiaramente, evitamento.  Inoltre l’elemento che caratterizza le fobie è che esse sono spesso irragionevoli.

 

TIPOLOGIE

L’elenco delle fobie è vastissimo, ne indichiamo solo alcune:

  • aerofobia: paura delle correnti d'aria, di inghiottire aria, di respirare aria contaminata, paura di volare

  • afefobia: paura del contatto, di esser toccati

  • agliofobia: paura di provare dolore fisico

  • agorafobia: paura degli spazi aperti o dei luoghi affollati

  • amaxofobia: paura di guidare un'automobile

  • aracnofobia o aracnefobia: paura dei ragni

  • bacillofobia: paura dei microbi

  • cinofobia: paura dei cani

  • claustrofobia: paura degli spazi chiusi, stretti, angusti

  • nictofobia: paura dell'oscurità

  • xenofobia: paura, avversione, razzismo verso gli stranieri (degli sconosciuti)

 
 

Da cosa sono causate le fobie?

Tra i fattori che causano le fobie possiamo individuare:

  • esperienze infantili negative (ad esempio rimanere intrappolati in uno spazio chiuso)

  • paure di qualche membro della famiglia

  • predisposizioni cerebrali (ad esempio ad avere paura degli animali pericolosi)

  • esperienze negative in qualche contesto (ad esempio in pubblico)

  • evento stressante, lutto

  • alti livelli di ansia in generale

 

Soluzioni

Le fobie possono influenzare la vita quotidiana di coloro che le patiscono fino al punto di arrecare autentici disturbi nelle loro relazioni affettive, nel lavoro e nella vita privata.