Che cos'è?

La rabbia è un’ irritazione violenta, spesso incontrollata, provocata da gravi offese, contrarietà o delusioni, oppure sorda e contenuta, dovuta a sdegno o dispetto, senso d’impotenza o invidia.

 

La rabbia può essere diretta verso l’oggetto stesso (ad esempio una persona), verso un oggetto sostitutivo, oppure verso se stessi.

 

Nella specie umana, di solito, a differenza del mondo animale, la cultura e le regole sociali inibiscono la tendenza all'azione di aggressione ed inducono anche al mascheramento dei segnali della rabbia​.

Soluzioni

La rabbia è una modalità comportamentale ed una emozione negativa che si può imparare e gestire. Negarla non impedisce la sua manifestazione, reprimerla conduce inevitabilmente a somatizzazioni, mentre esternarla provoca sensi di colpa.

 

Parlarne con un professionista consente dunque di analizzarla, imparare a gestirla in modo che non invalidi la propria vita, ed anche imparare a come poterla trasformare in energia sana utile per correggere una determinata situazione o a evitare che essa possa ripetersi.

Da cosa è causata la rabbia?

Tra i fattori che causano emozioni negative di rabbia  possiamo individuare:

  • il presentarsi di un ostacolo al soddisfacimento di un bisogno

  • la percezione dell’intenzionalità dell’altro nell’ostacolare la realizzazione del nostro appagamento

  • un danno subìto

  • la tendenza a difendersi contro un attacco o intrusione