Che cosa sono?

Mal di testa, gastrite, ipertensione, colite, stipsi,  allergie, disturbi di stomaco, psoriasi, mal di schiena, dolori articolari e muscolari, asma, artrosi, stipsi, cistite, infezioni, insonnia, stanchezza fisica, sono tra i più comuni malesseri fisici che possono sopraggiungere a disturbare la salute e il benessere quotidiano.

 

Essi molto spesso sono segnale di un qualche malfunzionamento del nostro organismo, ed allora il rivolgersi al proprio medico ed allo specialista può risolvere agevolmente qualunque tipo di problematica.

 

In altri casi invece, il disturbo fisico vuole essere un avviso che il nostro corpo ci invia, affinchè poniamo attenzione ed ascolto (anche) ad un malessere più interno, che, proprio attraverso l’organismo, va a crearci un disagio, un dolore, un malfunzionamento, un fastidio.

 

Ecco allora che laddove la medicina tradizionale, non trovando alcuna causa fisica , non può essere di molto supporto, la risposta arriva dallo sguardo delle discipline che studiano l’origine dei malesseri e portano a soluzioni (diverse dai farmaci) per migliorare e risolvere non solo i sintomi ma anche ciò che li ha provocati.

Da cosa sono causati i malesseri psicosomatici?

Il malessere, o la malattia vera e propria, sono frutto di un lento e progressivo “inquinamento” psiocofisico, che va a infiammare una parte del nostro organismo, a seconda della personalità, dell’ambiente e della predisposizione genetica.

 

  • situazioni ambientali a grande risonanza affettiva (ad esempio pensionamento, lutti, trasferimenti, delusioni sentimentali o lavorative).

  • stato cronico di blocco interiore

  • alterato rapporto con il mondo esterno o l’ambiente in cui si vive

  • stato cronico di stress che abbassa le difese dell’organismo

  • fattori genetici

 
 
 

Dolori, Malesseri fisici

o psicosomatici

Aree di intervento > Adulti

Soluzioni

In ambito medico è ormai largamente condivisa l'idea che il benessere fisico abbia una sua influenza su sentimenti ed emozioni e che a loro volta questi ultimi abbiano una certa ripercussione sul corpo.

 

In particolare il fattore emotivo-psicologico, può agire in maniera molto potente, favorendo l'insorgere di una malattia, o al contrario favorendone la guarigione, anche se noi non ne siamo razionalmente consapevoli.