Articoli

Post recenti
Post in evidenza

Fermati e colora: quali sono i benefici?


Gli ultimi 5 anni hanno visto nascere una passione artistica sempre più in voga tra i bambini e gli adulti: il colorare disegni già stampati, detto anche Coloring Book - Libro da Colorare.

Si tratta semplicemente di colorare (con matite, pennarelli o acquarello) un disegno, un po’ come facevamo all’asilo. Unica regola: colorare liberamente.

Dai disegni più semplici ai più complicati, tutti possono trovare la loro felicità: ecco la risposta alle domande che spesso mi fanno le persone che mi incontrano durante le mie conferenze o nei miei laboratori creativi per adulti:


Quali sono i benefici nel colorare disegni pre-stampati?


  • Pausa: colorare permette prima di tutto di prendere del tempo per sé. In questo momento frenetico della storia, soprattutto nella nostra società rivolta verso il risultato, è sempre più difficile prendere del tempo per se stessi, soprattutto se questo tempo non ha un obiettivo di tipo materiale o performativo da raggiungere. Colorare ci riporta al dedicare del tempo per noi stessi, al fare una pausa.

  • Qui e ora: colorare permette di vivere nel Qui e Ora. Quanti pensieri abbiamo che sono rivolti al futuro o al passato? Mentre si colora, la mente può rilassarsi, ritrovare uno spazio suo, liberarsi delle tensioni accumulate. Vivere il momento concentrandosi sui colori, le forme, i tratti del disegno. E respirare. Sentirsi nel proprio corpo. Sentire le sensazioni di pace e di serenità del momento presente.

  • Creatività: colorare permette di darci il permesso alla parte creativa di noi stessi di esprimersi. Viviamo in una società che dà molto più spazio alla razionalità e ai calcoli. La nostra parte creativa, colorando, può ritrovare la sua dimensione e permetterci di diventare più intuitivi durante la vita di tutti i giorni.



Quali sono i consigli per avere il più possibile dei benefici del colorare?


  • Farlo spesso, anche pochi minuti. Abituarci a prendere un appuntamento con noi stessi, dedicarci del tempo in maniera regolare.

  • Non sforzarci: se dopo qualche minuto ci sentiamo stanchi o non ci va più di colorare, fermarsi semplicemente.

  • Non giudicare ciò che facciamo: colorare deve essere un momento di espressività e non una performance artistica da realizzare. L’importante non è il prodotto, ma il momento creativo rilassante.


Dove e quando posso colorare?


  • Ovunque purché ci piaccia farlo. Può essere anche in treno la mattina per andare al lavoro, in macchina in pausa pranzo, o sul tavolo della cucina bevendo una tisana dopo cena. Ovunque ci porta l’ispirazione è il momento ideale.

  • Qual è il materiale ideale per colorare?

  • Sulle pagine da colorare stampate o su un libro, sono preferibili le matite colorate, che non attraversano il foglio, cosicchè non si rovinino le pagine. Se invece si stampa il disegno su un cartoncino o una carta da acquarello, si può anche colorare con i pennarelli o l’acquarello.

  • Come scelgo i colori per colorare?

  • Nell’arteterapia, la scelta dei colori non è basata su una descrizione analitica dei colori: l’importante è scegliere i colori che ci piacciono. Anche se a volte il risultato sembra disarmonico: non importa. Ascoltare il proprio intuito per la scelta dei colori ci aiuta a vivere in modo libero la propria creatività senza giudizio nè regole.


Cosa faccio una volta finita la mia pagina da colorare?


  • E’ molto bello potere dare un titolo libero al nostro disegno, e scrivere la data in cui l’abbiamo fatto. Potremo così guardare nel tempo le tematiche che tornano, i tipi di disegni che scegliamo durante l’anno e il nostro umore.

  • Possiamo utilizzare il disegno creato per fare una breve visualizzazione ad occhi chiusi: immaginare di camminare nel disegno e di apprezzarne i colori e le forme.


Non importa l’età che abbiamo: ritrovare questa nostra dimensione naturale e spensierata attraverso i colori è magnifico. Darci l’opportunità di vivere quel momento di relax in totale armonia con il momento presente, meravigliarsi della serenità scaturita dei colori che prendono pian piano forma sul foglio, e, perché no, condividere quell’attività con la propria famiglia, i bambini, gli amici: un mondo tutto da esplorare, tutto da vivere, con il nostro cuore di bambino/a, che, ancora ora, può regalarci magnifiche emozioni.


Cerca per tag
Archivio
Segui Carelab
  • Facebook Basic Square
  • Google+ Basic Square