Articoli

Post recenti
Post in evidenza

L'analisi della grafia per l'orientamento scolastico



Quale scuola scegliere? Cosa farò da grande? In che cosa sono veramente bravo? Sono in grado di sostenere quel percorso di studi? E se non ce la faccio quali alternative ho? E’ meglio andare all’università o cercar subito un lavoro? E quale lavoro?


Queste sono solo alcune delle tantissime domande che frequentemente si pongono i giovani, ed i loro genitori, quando si accingono a compiere delle scelte relative al proprio futuro. La fase della scelta, e dell’orientamento ad una “giusta scelta”, è un momento delicato e importante perché se ben effettuato permette di essere pienamente consapevoli delle opzioni selezionate e delle alternative scartate. Così facendo si diminuisce la possibilità di incorrere in futuri ripensamenti, rimorsi, sensi di colpa, che una scelta frettolosa spesso comporta.


Lo studio della scrittura a mano, attraverso la scienza grafologica, può essere un valido strumento per orientare i giovani nella scelta di dove proseguire gli studi, a seguito della conclusione della scuola Media oppure della scuola Superiore.


La grafia di un ragazzo di 12-13 anni incorpora non solo moltissime informazioni di ordine caratteriale ed affettivo, ma anche le attitudini che rendono unica e speciale la persona. In queste fasi della vita incominciano a delinearsi le inclinazioni specifiche dei ragazzi, i quali, se ben indirizzati, possono essere avvantaggiati nelle scelte future.


ORIENTARE non significa solo indicare l’indirizzo scolastico ma anche aiutare nella consapevolezza di sé, delle proprie risorse, dei propri punti di forza e delle proprie aree di miglioramento. E’ importante anche confrontare i propri desideri con quanto realmente si è in grado di fare e con i risultati che potenzialmente si possono raggiungere.


Perché la grafologia per l’orientamento? Lo studio della scrittura a mano, in quanto test proiettivo e non invasivo della personalità, permette di far emergere molte caratteristiche che a volte lo stesso scrivente non è consapevole di possedere, ed è in grado di consigliare in modo oggettivo, in quanto non si è influenzati dalla conoscenza della persona (è possibile infatti eseguire un’analisi grafologica senza mai vedere lo scrivente).


Che cosa si può capire da un’analisi della scrittura per l’orientamento scolastico? Le informazioni che si possono ricavare sono veramente moltissime e dipendono dalla tipologia di analisi prescelta (se più o meno approfondita). Per citarne alcune: vengono messi in evidenza gli interessi e le predisposizioni, i diversi gradi di intelligenza, la capacità di attenzione, di memoria, di ragionamento, le competenze emotive e relazionali, le capacità decisionali, e molti altri vari aspetti ancora.

In base alle varie informazioni raccolte dalla scrittura, si riceverà infine un’indicazione degli indirizzi scolastici, universitari e/o delle professioni più congeniali allo scrivente.


Cosa serve per effettuare un’analisi della scrittura per l’orientamento scolastico? Per effettuare un’analisi grafologica basta ricevere alcuni scritti del ragazzo: appunti di scuola o altro materiale da lui scritto. Importante è che si tratti di una scrittura spontanea e preferibilmente non in stampatello maiuscolo. Per quanto riguarda il contenuto: Il grafologo per l’analisi grafica non presta attenzione a ciò che è scritto nel testo bensì solo ai segni grafici sottostanti, comunque in base all’analisi che si preferisce scegliere vengono fornite degli spunti di domande a cui lo scrivente può rispondere.


Chi ha scritto questo articolo?

Vai al profilo della d.ssa Chiara Dalla Costa, Educatrice del gesto grafico e Grafologa

Vuoi chiedere una consulenza personalizzata?

Contattaci al numero 340 995 4267 o scrivici una mail a info@carelabpadova.it.


Vuoi saperne di più sulla Grafologia? Clicca su questo link



Cerca per tag
Archivio
Segui Carelab
  • Facebook Basic Square
  • Google+ Basic Square