• Op. Maria Renata Scarabottolo | Massaggiatrice

Arriva l'estate, è tempo di detox!


Scegli i trattamenti ayurvedici a seconda delle stagioni

Le stagioni cambiano, così come i periodi della nostra vita.

L'Ayurveda distingue tale alternanza in base ai dosha, gli umori biologici costituenti l'universo e l'essere umano, costituiti dai 5 elementi (etere, aria, fuoco, acqua e terra).

Come detto nel precedente articolo, l’Ayurveda prende in considerazione la persona nella sua totalità di mente, corpo e spirito. Quando i tre dosha (i pilastri dell’equilibrio) sono in equilibrio, la persona è in salute in quanto anche i 5 elementi lo sono.

Ognuno di noi è caratterizzato da uno/due dosha dominanti e quindi ha una propria personalità ed indole.

Vediamo le principali caratteristiche dei singoli dosha:

Vata: autunno (etere+aria ). Fisico asciutto, pelle secca, occhi scuri e piccoli, voce fioca, scarsa altezza, loquace, rapido nelle iniziative, socievole, ama il caldo, molto creativo, sempre in movimento, soggetto a raffreddori.

Kapha: inverno, inizio primavera (acqua+terra). Fisico robusto che tende a prendere peso, pelle morbida e grassa, capelli forti, occhi grandi e dolci, voce delicata, persona calma e stabile, pigra, ama il buon cibo, gli spazi aperti e le comodità.

Pitta: estate e tarda primavera (fuoco+acqua). Pelle calda e chiara, capelli sottili tendenzialmente rossi o biondi con lentiggini, occhi grandi, ottima capacità digestiva, sudorazione abbondante, ama il freddo e mangiare, molto organizzato ed acuto ma incapace di affrontare situazioni difficili.

La conoscenza quindi di tali cambiamenti e delle loro caratteristiche, ci aiuta a mantenerci in armonia con le energie del nostro corpo e dell'universo.

Come sfruttare l'Ayurveda nella stagione estiva?

Nel passaggio dalla primavera all'estate, quindi in periodo Pitta, gli organi più coinvolti sono il fegato, la milza, la cistifellea, lo stomaco, il duodeno ed il pancreas (Pitta regola il sistema digestivo e metabolico).

I gusti dolci, amari ed astringenti, non contenendo l'elemento fuoco, alleviano Pitta, ed a questo proposito vediamo quindi quali sono i cibi più indicati in questa stagione: riso bianco, grana, avena, ceci, fagioli rossi, asparagi, cetrioli, barbabietole, cavoli, cavolfiori, spinaci, lattuga, banane, mele dolci, ananas, fragole, melograno, anguria, latte di mucca, di capra, di soya, yogurt fresco; spezie con sapore amaro e rinfrescante come coriandolo, finocchio, cumino, zafferano,menta in quantità moderata. Evitare mandorle, noci, anacardi, zucchero bianco, miele, olio di mais e di sesamo.

Tutto ciò dovrebbe essere completato con dei massaggi detox per ristabilire il giusto equilibrio che con il cambiare della stagione viene compromesso.

Bisogna quindi calmare il caldo, l'agitazione, il mal di testa, la stanchezza, con un trattamento rinfrescante, che calmi la mente e l'irritazione, iniziando dalla testa e continuando su tutto il corpo fino ad arrivare ai piedi, con l'utilizzo di olio di cocco o sandalo che rinfrescano.

Vieni a provare il nostro massaggio abhyanga anti Pitta...una coccola ed un'accortezza per il tuo corpo.

Chi ha scritto questo articolo?

Vai al profilo di Maria Renata Scarabottolo, operatrice Ayurveda.

Vorresti fissare una consulenza personalizzata?

Scrivici a info@carelabpadova.it o chiamaci al 340 995 4267 .

Vai alla sezione Massaggi olistici e ayurvedici

#depurazionefisica

0 visualizzazioni