• D.ssa Maria Motta | Logopedista

Comunicazione genitore-bambino nei primi anni di vita: Programma Baby Signs®


I bambini imparano molto presto a comunicare, utilizzando il pianto, le espressioni del viso, lo sguardo, i vocalizzi, le azioni, i gesti, e poi gradualmente sviluppano il linguaggio, il mezzo più sofisticato per interagire con gli altri.

Da genitori attenti come siamo ci accorgiamo continuamente come i nostri neonati o piccolini comprendono quello che diciamo loro e allo stesso tempo ci mostrano un desiderio smisurato di comunicare con noi, ma le parole non ci sono ancora o non sono ancora ben articolate e diventa spesso molto difficile capire veramente i loro bisogni. Quante volte infatti ci siamo sentiti frustrati nel non aver saputo soddisfare l’esigenza del nostro piccolo.

Perchè è importante la comunicazione genitore-bambino in una fase precoce dello sviluppo?

Gli studi scientifici hanno dimostrato come la qualità e la quantità di interazioni comunicative genitore-bambino nei primi anni di vita siano importantissimi per lo sviluppo sociale ed emotivo del bambino stesso ed abbiano un ruolo positivo sullo sviluppo linguistico futuro.

È possibile dunque potenziare la comunicazione genitore-bambino nei primi anni di vita e in particolare prima della comparsa delle parole?

Il Programma Baby Signs ®

Da qualche anno è arrivato anche in Italia il Programma Baby Signs®, un programma di comunicazione gestuale-segnata che si accompagna sempre al linguaggio verbale (faccio il gesto-segno e dico la parola).

Nato negli USA più di 30 anni fa ed utilizzato in più di 40 paesi in tutto il mondo, è stato pensato per tutti i piccoli dai 6 ai 18-24 mesi con l’obiettivo di facilitare la comunicazione attraverso l’uso di semplici segni, facili da realizzare e attraverso i quali il nostro bambino può esprimere un suo bisogno, uno stato d’animo o un particolare interesse.

Quali benefici

Sebbene sia comprensibile chiedersi se l’uso dei segni non possa rendere pigro il bambino nel parlare, è utile sottolineare come in realtà siano numerosi i benefici sia dal punto di vista comunicativo- linguistico che emotivo in quanto:

  • supporta l’apprendimento del linguaggio verbale e lo sviluppo cognitivo. L’uso del segno favorisce l’integrazione tra i concetti e le parole in una fase precoce; inoltre si evidenzia un aumento del vocabolario sia in comprensione che in produzione a 24 mesi.

  • rafforza la relazione genitore – bambino in quanto aumentano le esperienze di interazione positive e condivise

  • riduce la frustrazione del piccolo, in una fase della sua vita in cui le parole non ci sono ancora o non sono del tutto comprensibili, perché riesce a farsi comprendere dal genitore

  • riduce la frustrazione del genitore che comprende più velocemente il bisogno del proprio bambino

  • accresce l’autostima favorendo nel bambino un migliore senso di competenza di sé (si percepisce un bravo comunicatore)

  • favorisce un maggior controllo del proprio comportamento e delle proprie emozioni.

Usare i segni non è innaturale?

In realtà è esattamente il contrario. È importante sottolineare come la gestualità, nello sviluppo delle abilità comunicative, preceda la comparsa delle parole. È un comportamento naturale e spontaneo per il bambino piccolo. Lo possiamo osservare per esempio quando apre e chiude la manina per chiedere qualcosa, quando indica con un dito ciò che vuole o che lo interessa oppure quando fa "ciao ciao" con la manina. Inoltre, osservando bene il nostro bambino, scopriremo che è in grado di inventarne più di quanto potremmo immaginare.

Ecco dunque che utilizzare il Programma Baby Signs® ci offre un' occasione straordinaria per accogliere maggiormente e potenziare precocemente le iniziative comunicative del nostro bambino: con le sue manine potrà dirci se ha fame, oppure se ha sonno; sapremo con più sicurezza se ha male e dove, cosa lo interessa e cosa no. Il nostro bambino avrà la possibilità di condividere il mondo che ha dentro di sé e questo ci aiuterà a conoscerlo meglio regalandoci momenti speciali e indimenticabili.

Se sei interessato chiedi informazioni ai nostri esperti.

Chi ha scritto questo articolo?

Vai al profilo della d.ssa Maria Motta, Logopedista

Vorresti una consulenza personalizzata?

Contattaci per mail a info@carelabpadova.it

oppure chiamaci al 340 995 4267.

Vai alla sezione Logopedia.

Vai alla sezione Bambini.

#genitoriefigli

0 visualizzazioni