• Op. Alessandro Buischio

Stress ossidativo: come combatterlo


L’infuso di foglie d’olivo contiene l’idrossitirosolo, un polifenolo naturale considerato l’antiossidante più potente al mondo (questa molecola viene commercializzata da ditte internazionali a 1.000/1.500 euro grammo nel settore cosmesi di alto livello).

Gli antiossidanti vengono misurati su una scala chiamata SCALA ORAC. L’idrossitirosolo misura 40.000 orac, cioè il massimo potenziale esistente in natura ad oggi. Per avere qualche paragone con altri alimenti, consideriamo ad esempio che l’uva misura 1.800 orac, le bacche di goji 3.900 orac, e il mirtillo 4.600 orac.

L’idrossitirosolo agisce come radical scavenger, infatti è coinvolto nell’inibizione dei processi di ossidazione di alterazione cellulare tipici delle malattie degenerative e dell’invecchiamento (arteriosclerosi, artriti, problemi cardiovascolari ).

Esso è ritenuto in grado di attivare la formazione di glutatione, un forte agente antiossidante che difende dai danni indotti da stress ossidativi. Si rivela quindi molto utile nel rallentare lo stress ossidativo e l’invecchiamento cellulare, sia all’interno che all’esterno del nostro organismo, con conseguente azione di prevenzione per le malattie degenerative, di sostegno per il miglioramento visivo della pelle e per la regressione di alcune problematiche quali PSORIASI e DERMATITI ATOPICHE.

#infusodolivo #stressossidativo #stress

63 visualizzazioni